L’Aci lancia la campagna strade sicure

TERAMO_La Commissíone per la Sicurezza Stradale Globale della FIA (Federazione Internazionale Automobilistica) ha promosso una Campagna per la Sicurezza Stradale globale denominata "Strade Sicure", al fine di acquisire il piu ampio sostegno alll iniziativa  da parte delle Istituzioni. La Campagna mondiale denominata "Strade Sicure" si prefigge alcuni obiettivi: Investire 300 milioni di dollari in un piano d’azione intentazionale per e l’allivazione di progetti pilota; Atribuire alla "sicurezza Stradale parte del budget della Banca, lo sviluppo di capacità Mondiale destinato allo sviluppo della rete infrastrutturale del Pianeta; Impegnare i Governi nazionali nell’attuazione di interventi specifici per L’istituzione di un’agenzia guida per la Sicurezza Stradale;  L’innalzamento degli standard qualitativi delle infrastrutture; I1 miglioramento della Sicurezza attiva e passiva dei veicoli; La diffusione di una nuova cultura della mobilità responsabile; L’armonizzazione dei sistemi di raccolta dei dati sulla incidentalità La FIA ha chiesto a tutti gli Automobile Club del mondo di farsi portavoce e di promuovere nel proprio ambito territoriale la più ampia adesione e sottoscrizione della Campagna da parte delle Autorità e personalità istituzionali, al fine di testimoniare il proprio appoggio ad un decennio di iniziative a favore della Sicurezza Sfradale. In questa ottica hanno sottoscritto l’iniziativa il Presidente dell’Amministrazione Provinciale di Teramo, Walter Catarra e 11 Sindaco del Comune di Teramo Maurizio Bracchi, lodando I’impegno dell’ACI a livello nazionale e I’Automobile Club Teramo per gli interventi periodici di educazione e sicurezza stradale rivolto agli alunni delle scuole teramane con il progetto " La Sicurezza Si fa Strada" abbinato al concorso denominato "La Patente a Punti". Gli incidenti stradali sono una piaga sociale ed economica – ha dichiarato il Presidente dell’ ACI Teramo,  Vincenzo Di Gialluca; c’è necessità di prevenzione prima ancora che di cura. Gli investimenti necessari per la messa in sicurezza delle strade italiane sono stimabili in circa 40 miliardi di euro, i cui ritorni sarebbero evidenti. Ogni euro speso consentirebbe un risparmio di 20 euro di costi sociali dovuti all’incidentalità".

Leave a Comment