La tela del ‘700 restaurata pronta al battesimo

TERAMO – L’anonimo dipinto settecentesco del "San Vincenzo Ferrari", restaurato grazie a un finanziamento del Comitato di Teramo del Fondo Ambiente Italiano (Fai), sarà presentato ufficialmente martedì alle 21 nel cortile interno della Biblioteca Provinciale Delfico. I lavori di restauro sono stati eseguiti dall’esperta Valentina muzii, sotto la supervisione di Elisa Amorosi della Soprintendenza per i beni storici e artistici d’Abruzzo. La tela, insieme ad un altro dipinto anonimo del XVIII secolo raffigurante la “Crocefissione”, era stata destinata tre anni fa alla Dèlfico dopo la chiusura del Convento di San Domenico a Teramo. Nella stessa occasione, erano stati donati alla Biblioteca anche ottomila volumi appartenenti alla “Cattedra Cateriniana” che sono stati già adeguatamente sistemati. Oltre alla presentazione dell’opera, durante la serata di martedì saranno anche ripercorsi i momenti salienti dell’acquisizione e dell’intervento di restauro eseguito. Interverranno, fra gli altri, il presidente della Provincia, Valter Catarra, l’assessore alla Cultura, Giuseppe di Michele, il Direttore della Biblioteca Delfico, Luigi Ponziani, il presidente del Comitato F.A.I. di Teramo, Franca Di Carlo Giannella, la restauratrice Valentina Muzii e l’antropologa Alessandra Gasparroni.

Leave a Comment