Giulianova: "Ben venga il nuovo ospedale, purchè siano riqualificate le prestazioni"

TERAMO – “Ben venga la costruzione di un nuovo ospedale a Giulianova ma è indispensabile che questo sia dotato di attrezzature moderne e di personale adeguato, numericamente e qualitativamente”. E’ quanto sostiene il capogruppo dell’Idv al Comune di Giulianova, Vincenzo Santuomo, in una nota diffusa per sostenere la necessità di una rivisitazione del piano sanitario regionale tesa a potenziare la sanità pubblica e a pareggiare i conti per reinvestire le risorse nel miglioramento dei servizi sanitari. “Tutto questo – sostiene Santuomo – per l’Italia dei Valori dovrà avere una programmazione adeguata prevedendo un piano per salvaguardare i posti di lavoro degli operatori attualmente impiegati presso le strutture private e predisponendo un piano di inserimento graduale nella sanità pubblica, magari per sostituire il personale che andrà in pensione”. L’ospedale di Giulianova per la collocazione che lo rende unica struttura sanitaria costiera da San Benedetto del Tronto fino a Pescara, deve essere non solo salvaguardato, secondo il capogruppo dell’Idv, ma anche potenziato attraverso un ripristino dei reparti soppressi.“Bene dunque un ospedale nuovo a Giulianova – dichiara infine Santuomo –  ma deve essere completamente pubblico e non disattendere le promesse fatte ai cittadini giuliesi per anni. Il percorso che la Regione si propone di percorrere è lungo e richiede molti sacrifici alla città di Giulianova in termini urbanistici. I giuliesi hanno bisogno ora di certezze”.

Leave a Comment