Raimondo Micheli nuovo presidente della TeAm

TERAMO – Raimondo Micheli è il nuovo presidente della Teramo Ambiente. Lo ha nominato il sindaco Maurizio Brucchi, che questa mattina lo ha presentato alla stampa. Micheli, 47 anni, consigliere provinciale eletto lo scorso 7 giugno con il Pdl, è collaboratore professionale amministrativo dell’Agenzia regionale per la tutela dell’Ambiente ed è stato assessore comunale all’Ambiente della giunta Chiodi. Subentra a Lanfranco Venturoni, dimissionario perchè nominato assessore regionale alla Sanità. «Può sembrare una scelta scontata – ha detto Brucchi nel corso della presentazione ufficiale di Micheli, svolta questa mattina nel municipio di Teramo – ma in realtà la sua figura è quella più attinente tra i 26 curricula presentati dai cittadini per guidare la TeAm. Conosco il suo modo di lavorare, con la sua gestione dell’assessorato comunale siamo passati dall’8 al 38% nella differenziata, e sono sicuro che potrà imprimere quella svolta qualitativa di cui la Teramo Ambiente ha bisogno. Ringrazio Venturoni per l’egregio lavoro svolto finora. La Team ha bisogno di una svolta e per farlo bisogna cambiare le persone: questo non significa bocciatura dell’operato di chi c’era prima. Tutti hanno lavorato bene ma serve qualcosa di più». Micheli ha ringraziato il sindaco e ha subito parlato di quello che si dovrà fare, a cominciare dalla soluzione del problema del conferimento dei rifiuti («Dovremo riuscire a prorogare la convenzione con Colle Cese»), avviare con decisione la sperimentazione della raccolta differenziata ‘porta a porta’, curare con attenzione lo spazzamento delle strade («Vogliamo una città più pulita e anche la più bella d’Abruzzo»), chiarire definitivamente la competenza delle aree verdi rispetto al Comune.

Leave a Comment