Energia, aiuti dalla Provincia ai sindaci che aderiranno al Patto

TERAMO – Un Patto per l’energia, con l’obiettivo di ridurre del 20% le emissioni di Co2 nei comuni: è quello che la Provincia di Teramo sottoporrà ai sindaci delle 47 amministrazioni locali, impegnandosi a fornire assistenza tecnica. Attraverso l’Agenzia per l’ambiente e l’energia (Agena), la Provincia fornirà supporto tecnico e professionale per ridurre le emissioni, presentare i Piani di azione, sensibilizzare i cittadini al risparmio energetico, monitorare i risultati e realizzare i rapporti da presentare alla Commissione europea. E’ stato il presidente Valter Catarra a chiudere l’accordo di partenariato con la Direzione generale energia della Commissione Europea, assieme alle Province di Roma, Chieti e le spagnole Barcellona e Caceres. Il Patto sarà proposto nel corso della prossima conferenza dei sindaci convocata per il 12 ottobre. In provincia di Teramo il Comune più attivo sul fronte delle attività di "energy management" è quello di Giulianova che, in collaborazione con Provincia e Agena, dopo aver redatto il bilancio energetico con l’analisi dei consumi e la classificazione delle tipologie di utenze, ha individuato gli interventi necessari e attraverso il "rifasamento" dei contatori e la ricontrattazione della fornitura elettrica ha ottenuto un risparmio di circa 60.000 euro. «Vogliamo far vivere il Piano energetico e ambientale della Provincia – ha dichiarato Catarra -; all’impegno tecnico-scientifico affiancheremo un forte impegno politico affinchè le azioni previste in questo strumento si traducano velocemente in azioni concrete”. La Provincia ha già individuato tre specifici interventi: la realizzazione di impianti eolici con generatori di piccola taglia (fino a 100 kw) la cui localizzazione andrà individuata sia sulla base delle indicazioni contenute nel Piano energetico-ambientale sia con uno studio di fattibilità; una campagna per la sostituzione delle lampadine tradizionali con quelle ad alta efficienza energetica (- 60/70% dei consumi e una durata di 8-10 volte superiore); una campagna di sensibilizzazione sui dipendenti dell’ente rispetto alle tematiche del risparmio energetico.

Leave a Comment