La conferenza dei sindaci dà l’ok al patto europeo per il risparmio energetico

TERAMO – La Conferenza dei Sindaci ha approvato il Patto europeo per la riduzione delle emissioni di CO2 ed il risparmio energetico. Obiettivo di breve periodo, informa una nota, è quello di raggiungere un significativo numero di adesioni per organizzare a Teramo o a Bruxelles l’atto ufficiale di firma del Patto. I Comuni teramani aderenti sono tra i 700 Comuni europei che hanno firmato finora il Patto che si propone di ridurre più del 20% le emissioni di CO2 entro il 2020. Per fare questo le amministrazioni dovranno elaborare un inventario di base delle emissioni di CO2 e preparare un piano d’azione per l’Energia sostenibile, il documento fondamentale che indica come il Comune raggiungerà il suo obiettivo. Il Piano deve essere presentato entro un anno dalla firma e approvato ufficialmente dal Consiglio comunale. La Provincia, attraverso i propri tecnici e con l’ausilio di Agena, l’Agenzia per l’Energia e l’Ambiente, supporterà gratuitamente i Comuni nel portare avanti il Piano. Come ha spiegato alla platea dei Sindaci l’assessore all’Ambiente Francesco Marconi, la Provincia di Teramo ha partecipato attivamente, anche attraverso Agena, al progetto europeo Energy21. “Il progetto – ha detto -, ultimato nei giorni scorsi, ha permesso di sviluppare una metodologia di lavoro per la redazione dei Piani Locali per l’Energia Sostenibile che potrà rivelarsi preziosa nello sviluppo del Patto dei Sindaci”.

Leave a Comment