Vertenza Atr: la Provincia coinvolge Finmeccanica e Confindustria per la ricerca di nuovi investitori

TERAMO – Vertenza Atr: la Provincia di Teramo attiva un tavolo politico-istituzionale insieme alla Regione Abruzzo per sostenere il polo produttivo del carbonio. E’ uno dei provvedimenti illustrati dal presidente Valter Catarra a una delegazione di lavoratori del gruppo interessati a conoscere la situazione del polo produttivo per il quale si pensa inoltre di sollecitare incontri con la Lamborghini e con la Ferrari per verificare il mantenimento delle commesse. Novità, sono state rese note da Catarra, sono giunte dal Ministero dello Sviluppo che proprio oggi ha nominato il Comitato di sorveglianza ed entro una decina di giorni dovrebbe essere approvato il Programma di risanamento presentato dal commissario Gennaro Terracciano. Passi avanti sono stati compiuti inoltre sull’iter per l’approvazione della cassa integrazione guadagni straordinaria. “Accanto all’iter tecnico abbiamo attivato un tavolo politico istituzionale di concerto con il presidente regionale Gianni Chiodi – ha detto Catarra – fra le priorità c’è quella di verificare la possibilità di un intervento di Finmeccanica nella gestione dell’azienda e del coinvolgimento di Confindustria nazionale per la ricerca di nuovi investitori”. Catarra, inoltre, si è impegnato a incontrare periodicamente lavoratori e sindacati per aggiornarli direttamente sugli sviluppi e ha illustrato le iniziative che si stanno portando avanti con il sistema bancario per giungere ad un accordo per le anticipazioni sulle casse integrazioni. “Incontreremo presto i rappresentanti degli istituti di credito – ha affermato – per verificare le condizioni e il peso economico per l’ente di un accordo di questo genere, considerando che la provincia di Teramo è quella, in Abruzzo, che conta il maggior numero di cassaintegrati”. Al termine dell’incontro – informa una nota – è stato firmato il verbale di accordo per il recepimento della cassa integrazione guadagni straordinaria sulla base di quanto concordato la settimana scorsa fra la Provincia e i competenti uffici del Ministero del Lavoro. In caso di approvazione del Piano di risanamento, la cassa integrazione sarà estesa a tutto il periodo del Piano e, in caso si renda necessario, anche ai lavoratori attualmente in carico alla MML spa (gruppo Lamborghini) e alla ITCA (gruppo Fiat).

Leave a Comment