Nuove Armonie propone al Braga un piano di risanamento

TERAMO – Preoccupazione ha inteso esprimere l’associazione culturale Nuove Armonie
per la dichiarazione dello stato di agitazione da parte del personale dell’Istituto musicale pareggiato  “G. Braga” per I ritardi subiti dal personale nell’erogazione dello stipendio. “E’ necessaria una presa di posizione chiara, forte e trasparente di tutti gli enti coinvolti  – si legge in una nota, dell’associazione  – dal momento che si darebbe un’immagine estremamente negativa del nostro territorio se malauguratamente il Braga dovesse cessare le sue attività, colpo durissimo alle 35 famiglie dei dipendenti, agli studenti, e a tutti coloro che direttamente o in direttamente hanno relazioni con l’istituto”. Nuove Armonie si propone al Braga con un piano di intervento triennale che, in concorso con le istituzioni, si prefigge di risanare l’istituto entro il 2013, con o senza statizzazione. Nuove Armonie chiede a questo proposito un incontro al presidente, Alberto Melarangelo, e al consiglio di amministrazione affinchè si possa trovare insieme una via per la salvezza dell’istituzione musicale della provincia.

Leave a Comment