Il Comune cerca nuovi fondi in Europa

TERAMO – Piste ciclabili, uffici comunali virtuali e corretta gestione dei rifiuti: sono i tre argomenti cardine di altrettanti progetti comunitari che la giunta comunale di Teramo ha approvato su iniziativa dell’assessore alle politiche comunitarie, Giovanni Luzii. Si tratta di opportunità importanti per l’accesso a nuove fonti di finanziamento. Si parte dall’Adriatic Cycle Tracks, dove il Comune di Teramo è project partnet, per la programmazione e realizzazione di percorsi ciclabili in ambito urbano e nel territorio comunale: il budget assegnato al Comune per le attività di avvio del progetto è di 100mila euro, il cui 85% è erogabile attraverso il fondo comunitario Ipa. Speed@r.net è invecel’amministrazione di domani: in caso di approvazione, il Comune di Teramo riceverà un cofinanziamento nazionale di 120mila euro per ampliare e qualificare l’offerta dei servizi al cittadino, attraverso un ufficio virtuale, volto alla comunicazione e all’interazione con l’utenza, dove i servizi diretti al cittadino vengono erogati on the web. Nell’ambito di "Wins-waste management integrated network in Adriatic Sea" il Comune di Teramo, la Provincia di Teramo ed il Comune di Giulianova hanno stabilito di presentare una proposta progettuale finalizzata alla prevenzione del rischio di inquinamento", prevenzione che può derivare dalla non corretta gestione dei rifiuti. Il Comune di Teramo, in caso di approvazione del progetto, otterrebbe un contributo derivante dai fondi Fesr e cofinanziamento nazionale pari a 200mila euro.

Leave a Comment