"Otello" è il protagonista della Stagione Lirica Teramana

TERAMO – Sarà “Otello” di Giuseppe Verdi,ad aprire la Stagione Lirica Teramana 2009 con una rappresentazione in programma il 5 novembre, al Teatro Comunale di Teramo. L’opera, presentata nel corso di una conferenza stampa, è prodotta dalla Primo Riccitelli, avrà la direzione artistica del maestro Francesco Sanvitale e vedrà Renato Bruson nella duplice veste di regista ed interprete. La formula, sperimentata con successo già negli anni passati, è quella della ricerca di un perfetto equilibrio nella scelta degli interpreti tra personalità di rilievo nazionale ed internazionale e forze locali. Un cast ricco di interpreti, come sottolineato da Sanvitale, dal momento che ci saranno 65 persone sulla scena che affianca ad affermati artisti italiani anche professionalità teramane. In particolare, come forma di partecipazione al dramma della popolazione aquilana sconvolta dal sisma, quest’anno si è voluto coinvolgere anche l’Orchestra Sinfonica Abruzzese che ha sede all’Aquila. Soddisfazione, per la capacità organizzativa e l’offerta qualitativa maturata nel tempo, ha espresso il presidente della Fondazione Tercas, Mario Nuzzo, che è tornato a evidenziare l’importanza di poter offrire una struttura più idonea a ospitare produzioni di qualità come quella della Stagione Lirica teramana. L’occasione è stata colta dal sindaco, Maurizio Brucchi, per annunciare l’avvio dei lavori del nuovo teatro in primavera. La presentazione di “Otello” è  stata utile al primo cittadino per rilaciare la necessità di un cartellone unico degli eventi da estendere a tutta la Provincia di Teramo. “Una scelta fatta con la necessità di collocare al meglio le risorse disponibili e finanziare dunque solo proposte qualificate – ha dichiarato il sindaco – l’idea del cartellone unificato, sul quale stiamo ancora lavorando, apre inoltre la possibilità di far conoscere in modo organico ai cittadini gli spettacoli e gli eventi nei diversi luoghi della Provincia”. La stagione lirica fa parte del progetto “Fondazioni all’Opera” che giunge così alla sua quarta edizione, ed è promosso dalla Fondazione Tercas, in collaborazione con la Provincia di Teramo, le amministrazioni comunali di Atri, Teramo e Fermo e l’ adesione della Fondazione PescarAbruzzo, della Fondazione Carichieti e della Fondazione CariFermo. In virtù di questa collaborazione, le altre rappresentazioni in programma vedono l”Otello” shakespeariano in scena ad Atri, a Fermo, a Pescara, a Vasto e a Ortona. La prevendita per gli spettacoli in scena al Comunale di Teramo, è iniziata nella sede della Società “Primo Riccitelli” dove è possibile acquistare i bigliettidalle 9 alle 13 mentre dalle 15,30 alle 18,30 ci si potrà recare al Teatro Comunale, tutti i giorni esclusi il sabato ed i festivi. Da quest’anno sarà possibile acquistare i biglietti dello spettacolo anche on-line, direttamente dal sito web www.primoriccitelli.it .

Leave a Comment