"Auspicabile l’intervento del privato purchè sia funzionale a quanto chiede il pubblico"

TERAMO – “In un contesto dove la finanza pubblica soffre l’intervento del privato è più che mai auspicabile e determinante”. E’ la posizione del capogruppo del Pdl in Consiglio Comunale, Giacomo Agostinelli, intervenuto in una nota nel quale prende posizione sulle forme giuridiche caratterizzate dalla partecipazione del pubblico con il privato  come gli accordi di programma, piani integrati, S.t.u. e project finance. Per Agostinelli si tratta di formule che permettono al privato di realizzare iniziative e al pubblico di avere un ritorno economico che si concretizza frequentemente con la realizzazione di opere pubbliche. Per Agostinelli dunque si pone l’interrogativo di quali opere pubbliche e dove. La proposta del consigliere del Pdl è dunque quella di rendere il più possibile organico e funzionale l’intervento che il pubblico chiede al privato, evitando opere a macchia di leopardo che non rispondono definitivamente alle priorità della città. “Per esempio – dichiara Agostinelli – si possono inserire nel ‘piano triennale delle opere’ lotti di interventi che riguardano il centro storico e tra i quali il privato potrà scegliere, per importo o per tipologia, quali realizzare e procedere così per le frazioni, per la viabilità eccetera”. Per Agostinelli questa soluzione permette di accelerare la definizione in tempi più rapidi degli interventi ritenuti strategici per la città.

Leave a Comment