Sanità: l’Abruzzo si distingue nei programmi di screenig oncologico

TERAMO – Non mancano le buone pratiche in Abruzzo in tema di Sanità. Nell’ambito di un bando per il finanziamento di progetti di ricerca applicata ai programmi di Screening Oncologico, su 8 progetti approvati a finanziamento, ben 2 sono stati presentati dalla Regione Abruzzo. Il primo, finanziato con un contributo di 235mila euro, riguarda un progetto di ricerca presentato dal Coordinamento regionale dello Screening del Cervicocarcinoma e si concentra “sull’analisi dei costi per la realizzazione e gestione di un programma regionale di screening del cervicocarcinoma a gestione centralizzata”. Il secondo  è invece un progetto di ricerca presentato dal Coordinamento regionale dello Screening del Colonretto sulla “Valutazione dei costi e dell’efficacia di modalità innovative rivolte a massimizzare l’adesione ai programmi di screening delle neoplasie colorettali”, ed è stato finanziato con un contributo di 200mila euro.  La Regione Abruzzo non è nuova a queto tipo di soddisfazione dal momento che già nel 2008 si è distinta per l’approvazione da parte del Ministero della Salute di un altro progetto curato dal Coordinamento regionale dello Screening del Cervicocarcinoma sulle “Metodologie di valutazione dell’efficacia di campagne di comunicazione pubblica”, ed è rriuscita ad ottenere un contributo di 115mila euro. Sempre nel campo dello Screening del Cervicocarcinoma, virtuosismi ha saputo dimostrare nell’utilizzo e nello studio di nuove tecnologie, come la citologia in strato sottile e l’utilizzo di lettori automatici e in studi controllati di ricerca in specifiche aree applicative. Riconoscimenti incoraggianti che sottolineano la capacità di ricerca della nostra Regione e un tessuto professionale in grado di produrre buona sanità.

Leave a Comment