Anfiteatro Romano, in primavera riprendono i lavori

TERAMO – I lavori di riqualificazione dell’Anfiteatro romano partiranno molto probabilmente nella prossima primavera. E’ quanto emerso nel corso di un incontro convocato questa mattina dal sindaco di Teramo, Maurizio Brucchi, in municipio, alla presenza dell’assessore regionale alla Cultura, Mauro Di Dalmazio, del presidente della Provincia, Valter Catarra, durante la quale è giunta la conferma che il Governo ha concesso una deroga (fino a giungo 2010) alla scadenza per l’utilizzo di un milione e mezzo di fondi Cipe, la somma stanziata che appariva destinata ad essere perduta. Questo, informa una nota, consentirà di dare il via ad un progetto di intervento finalizzato alla valorizzazione del sito. Il progetto, già quasi completamente redatto, sarà presentato all’amministrazione comunale il prossimo 15 dicembre, con la previsione del recupero e della messa in sicurezza dello spazio visibile del complesso monumentale, e in conseguenza di questo è ipotizzabile la partenza dei lavori entro la primavera. Alla riunione, convocata per  fare il punto sui progetti di recupero del Teatro Romano hanno partecipato anche la direttrice regionale dei Beni culturali d’Abruzzo, Anna Maria Reggiani, il soprintendente per i Beni Archeologici d’Abruzzo, Andrea Pessina, l’rcheologo della Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’ Abruzzo, Glauco Angeletti, e il segretario generale della Fondazione Tercas Annamaria Merlini. “Sono assolutamente soddisfatto di aver ripreso il discorso relativo il Teatro e l’anfiteatro romano – ha dichiarato Brucchi –  prospettando per l’intero complesso interessanti sviluppi. La nostra azione rientra nel più generale discorso della riqualificazione dei siti archeologici cittadini, per i quali va studiata una appropriata valorizzazione e fruibilità”.

Leave a Comment