Cavallari: "Più controlli sul sevizio di trasporto scolastico e sullo stato dei beni del Comune"

TERAMO – Maggiori controlli chiede il capogruppo del Pd in Consiglio comunale, Giovanni Cavallari, sul rispetto della convenzione che il Comune ha stipulato con la ditta vincitrice di una gara per l’affidamento del servizio di trasporto scolastico che prevede l’uso gratuito dei 15 scuolabus messi a disposizione dll’ente. Per Cavallari l’attuale amministrazione consente di parcheggiare gli scuolabus all’esterno dei capannoni di una ditta privata, sita in località Piano Delfico, senza protezione dalle intemperie e dal freddo, contrariamente a quanto previsto dalla convenzione stipulata con la dittache invece richiederebbe tra i requisiti il possesso o l’utilizzo di idonea struttura da usare come autorimessa. Tra gli atti prodotti dalla ditta necessari a comprovare l’idoneità dei locali trovati, sono state presentate all’ufficio comunale diverse autorizzazioni. “Peccato che le autorizzazioni prodotte – sostiene in una nota Cavallai – riguardano la struttura ed i locali adibiti ad autorimessa della ditta di trasporto, che ospita nel suo piazzale gli scuolabus del Comune. Probabilmente per non vanificare le proprie autorizzazioni”. Tra le ottemperanze previste nell’affidamento del servizio, per il capogruppo sarebbero state ignorate anche le disposizioni che prevedevano la fornitura di telefonini cellulari sia per l’autista e per l’assistente ma anche la dotazione del vestiario e di appositi dispositivi di protezione personale in relazione ai rischi presenti nell’attività. La richiesta del Pd, dunque, verso l’assessore all’Istruzione, piero Romanelli, è quella di procedere alle ispezioni previste nella convenzione per accertare lo stato della struttura indicata come ricovero dei mezzi per salvaguardare i beni comunali e garantire la sicurezza dei bambini.

Leave a Comment