Terminate in città le riprese di "L’erede", un film di Michael Zampino

TERAMO – La provincia di Teramo si fa nuovamente location per le scene di un film. Dopo “Colpo d’occhio” di Segio Rubini, stavolta tocca a “L’erede”, un noir psicologico di Michael Zampino, regista esordiente, già autore di corti riconosciuti a livello internzionale. Il film, presentato oggi nel corso di una conferenza stampa in Comune, si snoda attorno al personaggio di Bruno (interpretato da Alessandro Roja, già coprotagonista di “Romanzo Criminale) un giovane medico milanese che, alla morte del padre, si reca nel cuore degli Appennini per prendere possesso di un casale ricevuto in eredità. Insieme alla vecchia villa immersa nella natura selvaggia, Bruno scopre il lato oscuro di suo padre. Il cast del film ha terminato appena ieri le scene che si sono sviluppate in gran parte in un vecchio mulino abbandonato di Aprati, nella frazione di Crognaleto e nella stazione di servizio “Terra bianca” situata sulla superstrada Teramo-Mare. L’opera è prodotta dalla Panoramic film di Frèdèric Ollier ed è stata recentemente riconosciuta di interesse culturale dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Il lungometraggio è per ora in una fase di postproduzione e dovrà essere adesso presentato nel corso dei grandi festival internazionali prima di arrivare al grande pubblico, il quale potrà visionare il film dopo l’estate 2010.

Leave a Comment