La pallamano si mobilita per i bambini di Pineto

TERAMO – I bambini chiamano, la pallamano risponde. Dall’idea di Lisanna Marcozzi e Dorotea Mazzetta, le formazioni teramane della pallamano di serie A, Teknoelettronica Teramo Handball e Leadercoop Hc Teramo 2002, si sono mobilitate per realizzare una raccolta benefica in favore dei bambini ospiti della Fondazione Diocesana Maria Regina di Scerne di Pineto. Giovedì 26 novembre nella splendida cornice di Warehouse a San Nicolò a Tordino, giocatori e staff delle due squadre saranno i testimonial dell’happening sportivo-culturale la cui partecipazione a offerta contribuirà alla realizzazione di un parco giochi e al completamento della piscina del centro di Pineto dove sono ospitati e assistiti i bambini con gravi disagi. “Le nostre mani per farvi giocare" è lo slogan della serata durante la quale sarà possibile assistere a una serie di iniziative, tra le quali la personale Senza voce di Paolo Di Giosia, una mostra che vuol essere un racconto afono, attraverso 13 fotografie analogiche in bianco e nero tratte dal libro Solitudini, e una live-art performance di Alessio Rota: l’artista eseguirà un’opera che verrà donata alla Fondazione Diocesana diretta da Andrea Bollini. L’iniziativa è stata presentata questa mattina (nella foto) a Warehouse, alla presenza dei sindaci di Teramo, Maurizio Brucchi e di Pineto, Luciano Monticelli, della titolare della sala di arte contemporanea, Diana Di Giovanni, e delle delegazioni dele due formazioni di handball cittadine. La serata sarà animata dal dj Filippo Porrini, mentre la musicista Nicoletta Dale presenterà l’inno ufficiale composto per le formazioni di pallamano di Teramo.

Leave a Comment