Il giuliese Gabriele Tarquini campione del mondo Wtcc

GIULIANOVA – Gabriele Tarquini ha vinto il Mondiale Turismo Wtcc (World Touring Car Championship) oggi a Macao, dove si è disputata l’ultima prova della stagione. Il 47enne nativo di Giulianova, iridato al volante di una Seat, grazie al titolo conquistato oggi è il campione del mondo più anziano nella storia dell’automobilismo: fino a oggi lo era l’argentino Juan Manuel Fangio, cinque volte campione in Formula 1 ma a 46 anni. L’asso abruzzese di Giulianova si è assicurato il titolo iridato con quattro punti di margine sul compagno di scuderia, il francese Yvan Muller, piazzandosi secondo nella gara odierna dietro alla Chevrolet del britannico Robert Huff. La Seat ha conquistato il titolo costruttori. Anche il Governatore dell’Abruzzo, Gianni Chiodi, ha voluto complimentarsi con il pilota giuliese: "Con grande orgoglio e immensa gioia mi congratulo, a nome dell’intero governo regionale, con il pilota abruzzese Gabriele Tarquini, per la straordinaria conquista del titolo di campione del mondo per auto da turismo". Chiodi, complimentandosi con il pilota di Giulianova, che si conferma uno dei migliori di sempre in Italia, ci tiene a rimarcare "la grande determinazione mostrata ancora una volta da Tarquini". "A 47 anni – ha detto Chiodi – ha battuto anche un record di longevità, visto che mai nessuno nell’automobilismo sportivo ha conquistato un titolo iridato a un’età così avanzata. Un successo prestigioso, che dà ancora più soddisfazione per l’esempio di professionalità e competitività assoluta che questo campione ha sempre dimostrato fin dalla sua prima vittoria nel mondiale di kart, che risale ormai a circa trent’anni fa, quando aveva appena 17 anni". Il presidente della Regione estende i complimenti alla moglie Beatrice e ai due figli del pilota e ne approfitta per ricordare "la grande caratura umana di un personaggio come Tarquini, che è sempre stato vicino al mondo della solidarietà con il suo impegno ultraventennale in seno alla Nazionale italiana piloti che, com’è noto, ha devoluto decine di milioni di euro in beneficenza. Peraltro, Tarquini, anche in occasione del tragico evento sismico dell’Aquila – ha proseguito il presidente Chiodi – si è mosso in prima persona per donare il suo contributo umano e materiale a chi aveva bisogno. A renderci particolarmente orgogliosi è vedere il logo di "Abruzzo nel cuore" stampato sulla sua tuta. Sapere che gli ha portato fortuna ci fa ancora più piacere e testimonia, una volta di più, il  grande attaccamento alla sua terra e alle sue origini". L’assessore regionale allo Sport, Carlo Masci, associandosi al messaggio di congratulazioni del presidente Chiodi, si dice "lieto per la straordinaria affermazione del pilota abruzzese", ripromettendosi di salutare e premiare personalmente Tarquini al suo ritorno in Abruzzo.

Leave a Comment