Brucchi: "Il Pd strumentalizza i problemi del Braga"

TERAMO – “Il Braga non sta morendo, il Pd sta strumentalizzando un problema”. E’ la replica che il sindaco di Teramo, Maurizio Brucchi, ha fatto seguire al grido d’allarme lanciato dai consiglieri del Pd sul mancato finanziamento da parte della Regione all’istituto musicale Braga di Teramo . in una nota, che integralmente pubblichiamo, il primo cittadino ha dichiarato quanto segue:

"Stupisce, e non poco, la conferenza stampa del PD teramano sulle difficoltà di bilancio dell’istituto musicale “Braga”.


Stupisce perché di questi problemi, parlammo tutti noi, che abbiamo una rappresentanza in Consiglio di amministrazione, già in fase di approvazione del bilancio, levando altissimo un grido d’allarme, proprio sui rischi che l’antica e prestigiosa struttura stava correndo. Quel grido non restò inascoltato, visto che sia la Regione, tramite l’assessore Di Dalmazio, decise di impegnarsi il più possibile sulla ricerca di fonti di finanziamento (ma nell’anno del terremoto, questo significa dover attendere la prossima variazione di bilancio), sia soprattutto la Fondazione Tercas, promise il suo impegno per garantire la tranquillità dei docenti e del personale del Braga, nonché la piena funzionalità dell’Istituto.


E qui voglio pubblicamente  ringraziare la Fondazione, nella persona del presidente Nuzzo, per la disponibilità palesata e per l’immediatezza dell’intervento risolutore.


Dunque, il Braga non sta morendo, né agonizzando, né è condannato al disinteresse. Al contrario: ritengo che si tratti di una vera e propria “fabbrica” di cultura, di una “serra” del talento, che deve essere valorizzata e alla quale deve essere garantita la massima serenità del futuro.


Stupisce, poi, il fatto che in quella conferenza stampa fossero presenti i consiglieri regionali Di Luca e Ruffini e, mi sembra, il consigliere comunale Cavallari, mentre si notava la fin troppo eloquente assenza di Alberto Melarangelo, consigliere comunale del PD e presidente del consiglio di amministrazione del Braga. E’ lecito ritenere che lo stesso Melarangelo, essendo  perfettamente a conoscenza della situazione e delle soluzioni individuate, non abbia voluto in alcun modo “mettere la faccia” in un’azione che, sempre più, assume i contorni non di una vera e  propria difesa del Braga, ma di una già vista strumentalizzazione di un problema, al solo scopo di trarne un profitto mediatico.


In questo senso non stupisce, invece, l’assenza del neo presidente regionale del PD, Manola Di Pasquale, che ha probabilmente preferito non scivolare sulla buccia di banana di una conferenza stampa organizzata per denunciare un problema che è in via di risoluzione grazie all’impegno di tutte le forze politiche all’interno del Consiglio di amministrazione".

Il Sindaco di Teramo
Maurizio Brucchi
 

Leave a Comment