Lanfranco Venturoni indagato per corruzione aggravata

TERAMO – Clamoroso. Anche l’assessore regionale alla Sanità , Lanfranco Venturoni (Pdl), è indagato per corruzione aggravata. L’inchiesta è la stessa sugli appalti per la ricostruzione del dopo terremoto dell’Aquila, in seguito alla quale sono stati già arrestati l’ex assessore al lavoro di Forza Italia, Italo Mileti (59), e l’a.d. della Fira Servizi, Claudio D’Alesio, (50). Oltre a Venturoni sono indagati anche l’ex manager dell’Asl Roberto Marzetti, il funzionario Mancinelli e gli imprenditori Alido Venturi e Enrico Tessitore. La notizia è davvero forte, in quanto quella di corruzione aggravata è dvvero l’ultima accusaper cui gli abruzzesi avrebbero immaginato di vedere muovere all’assessore alla sanità. Per più di un decennio, infatti, ha denunciato il malaffare legato proprio alla sanità abruzzese ed è, moralmente e nella sostanza dei fatti, il più grande accusatore di Angelini. In una nota congiunta il governatore Gianni Chiodi e i vertici politici del Pdl regionale si dicono certi che la situazione legata all’accusa mossa nei confronti dell’assessore verrà presto chiarita. Venturoni, tra ieri e oggi, ha più volte dichiarato pubblicamente che l’appalto attorno a cui ruota la vicenda giudiziaria gli è completamente estraneo.

Leave a Comment