Scritte sui muri, il sindaco emana una ordinanza per la pulizia degli edifici

TERAMO – Il sindaco di Teramo, Maurizio Brucchi, ha emanato ieri un’ordinanza con la quale dispone che i proprietari degli edifici del territorio comunale debbano provvedere alla cancellazione delle scritte murali di vario genere. Il provvedimento, informa una nota, si ispira a quanto disposto da un articolo del Regolamento Edilizio del Comune di Teramo. I proprietari degli edifici sono tenuti a portare  a termine gli interventi entro trenta giorni dalla data di affissione dell’ordinanza. In caso di non ottemperanza l’amministrazione comunale provvederà a realizzare l’intervento la cui spesa sarà a carico del proprietario dell’immobile. “Sono consapevole del fatto che si tratta di una ordinanza che può ingenerare malumore negli interessati  –  ha dichiarato il sindaco, Maurizio Brucchi – ma ritengo sia necessario tornare a conferire al centro urbano e a tutto il territorio cittadino una immagine decorosa e consona al rango di città capoluogo”. Il primo cittadino ha tuttavia precisato che, contestualmente all’ordinanza, anche le forze dell’ordine e i vigili urbani sono stati sollecitati ad operare con maggiore vigilanza per reprimere e scoraggiare gli autori degli atti vandalici. “Siamo consapevoli del fatto che il decoro cittadino vada assicurato anche con altri interventi – ha dichiarato ancora Brucchi – come ad esempio una decisa azione verso i proprietari dei cani che non rimuovono le deiezioni dei propri animali”. Nuove iniziative in tal senso, ha annunciato il sindaco, verranno presto adottate.

Leave a Comment