Da Venturoni arriva il Gabibbo

PESCARA – (Regflash) – "Se perdurerà una situazione di irregolarità nell’adempimento agli obblighi retributivi e contributivi per almeno tre mensilità, l’accreditamento istituzionale o predefinitivo sono automaticamente sospesi dalla Giunta regionale. Ad eccezione di quelle relative ai pazienti già ricoverati". Lo ha chiarito l’assessore alla Sanità, Lanfranco Venturoni, ai giornalisti della troupe di Striscia la Notizia, che lo hanno incalzato sulla situazione dei dipendenti della clinica Villa Pini, sui malati ospitati nella clinica, e sui riflessi per l’indotto. Venturoni che si è reso disponibile a ricevere Gabibbo nella sede dell’Assessorato in via Conte di Ruvo, ha spiegato che per effetto della legge regionale n. 27/2009, pubblicata oggi sul Bura, "se la struttura non provvede alla regolarizzazione, entro sei mesi dall’accertamento della irregolarità, l’accreditamento è revocato". Rispondendo, poi, alle domande più generali legate alla vicenda Villa Pini, l’Assessore ha aggiunto che "bisogna mettere la parola fine sull’intera situazione. Nessuno deve agire in assenza di regole. In questo caso c’è l’aggravante che i lavoratori vengono usati come arma di ricatto e i malati sottoposti all’incertezza del momento. Le cliniche private devono attenersi alle prescrizioni delle Asl di riferimento, e alle norme. Comunque sia" – ha concluso Venturoni – "contiamo, per gli effetti scaturenti dalla norma regionale, di poter finalmente garantire ai lavoratori di Villa Pini un Natale sereno".

Leave a Comment