Lotto Zero: il Tar blocca lo svincolo della Gammarana

TERAMO – Il Tribunale Amministrativo Regionale ha concesso la sospensiva per lo svincolo del Lotto Zero della Gammarana. Ha avuto la meglio dunque il presidente del comitato di quartiere, Alfonso Marcozzi, il quale, circa un anno fa, ha presentato un ricorso sostenendo la possibilità di far passare lo svincolo da un’altra parte, così come il progetto prevedeva nel 2004, progetto che fu recepito dalla Società di Trasformazione Urbana e che per Marcozzi avrebbe subito stravolgimenti  successivi con l’idea di aprire lo svincolo alla Gammarana. La motivazione con la quale il Tar ha concesso la sospensiva, sta in un difetto di motivazione nel provvedimento d’occupazione e in alcune irregolarità amministrative. “Nessuno di noi è interessato a bloccare l’opera dal momento che i lotti interessati non sono edificabili – spiega Marcozzi – ma è probabile che ci siano state irregolarità amministrative tali ed evidenti da costringere il Tar a concedere la sospensiva nonostante si trattasse di un’opera finanziata, appaltata  e iniziata”.
Per Marcozzi, tuttavia, la questione dello svincolo non impedisce l’apertura del Lotto Zero che ha un suo iter e dunque essere aperto indipendentemente dal provvedimento e auspica ancora l’apertura di una finestra di dialogo con le istituzioni “dal momento che anche i cittadini della Gammarana ritengono essenziale l’infrastruttura per la città”. Il sindaco di Teramo, Maurizio Brucchi, nel prendere atto dell’ordinanza di sospensiva adottata dal Tar, ha espresso piena fiducia negli organi di giustizia amministrativa, auspicando allo stesso tempo una rapida definizione della problematica. “Pur nel massimo rispetto della libertà di azione dei cittadini e della possibilità di ricorrere alla magistratura, qualora si consideri leso un proprio diritto,  – ha commentato in una nota il sindaco – non posso non rilevare come nel corso degli anni, l’iniziativa di alcuni abbia condizionato in maniera pesantissima la realizzazione di opere strategiche per la città, in particolare il Lotto Zero. Considero la partecipazione diretta dei cittadini, e delle loro espressioni aggregative, uno dei grandi privilegi della democrazia, quando tale partecipazione però è finalizzata al reale perseguimento del bene comune, non al mero ostacolare le iniziative, anche importantissime, in nome solo di esigenze particolari, quando non addirittura di strumentalizzazioni politiche.
Ancora una volta – ha proseguito il sindaco – c’è qualcuno che si frappone all’esecuzione di un’opera pubblica strategica per la Città di Teramo, con conseguente danno per tutto il territorio teramano. Mi auguro, vivamente, che tale situazione trovi una soluzione al più presto, in modo da non pregiudicare né ritardare ulteriormente l’apertura del Lotto Zero, prevista per la prossima primavera. Vorrei ricordare che lo svincolo della Gammarana è un nodo assolutamente prioritario, nell’ottica della soluzione di uno dei problemi quotidiani del traffico teramano, che è l’ingresso in città”.

Leave a Comment