Cooperazione nel Mediterraneo, intesa Regione-università

TERAMO – Creare una sinergia in modo da sviluppare insieme progetti di cooperazione internazionale e di alta formazione nell’area adriatico-ionica e mediterranea, coinvolgendo anche altri soggetti interessati: è fra gli obiettivi principali del protocollo d’intesa sottoscritto
stamani, a Pescara, dal vice presidente della Regione e assessore allo Sviluppo economico, Alfredo Castiglione e dal Rettore dell’Università di Teramo, Rita Tranquilli Leali. L’accordo si inserisce nell’ambito dell’Iniziativa Adriatica Ionica (I.A.I), sorta dieci anni fa, all’indomani della caduta del muro di Berlino e subito dopo la frammentazione della ex Jugoslavia, con l’obiettivo di superare le crisi attraverso l’incontro "consensuale" dei popoli. "La Regione Abruzzo  – ha sottolineato Castiglione – coglie quest’occasione, propiziata anche dalla presidenza dell’Iai affidata all’Italia fino a maggio 2010, per proseguire nell’itinerario di internazionalizzazione delle imprese, ma anche per sviluppare competitività e competenza attraverso l’incremento della conoscenza". L’assessore ha annunciato, a tal proposito, che la Regione parteciperà, il 4 e 5 dicembre, ad un’iniziativa organizzata dall’Università di Teramo, in cui si discuterà del mondo della ricerca quale elemento portante per la cooperazione transazionale.

Leave a Comment