Il consigliere Rabbuffo in visita al Cifiv dello zooprofilattico

TERAMO – Il consigliere regionale Berardo Rabbuffo, presidente del Comitato tecnico consultivo per la cooperazione e lo sviluppo della Regione Abruzzo, ha fatto visita al Centro internazionale di formazione e informazione veterinaria (CIFIV) dell’Istituto Zooprofilattico “G. Caporale”, nel quartiere Colleatterrato di Teramo. Rabbuffo ha incontrato il Direttore dell’IZS “G. Caporale”, Vincenzo Caporale, che lo ha accompagnato nella visita nei locali della sede e illustrato le attività di alta formazione svolte. Il Progetto CIFIV dell’IZS si avvale della partecipazione di partner di prestigio sia nazionali (Regioni Abruzzo e Molise, Provincia di Teramo, Università di Urbino – facoltà di giurisprudenza, Università di Bologna – facoltà di veterinaria) che internazionali (Organizzazione mondiale della sanità animale – Oie -, istituzioni e istituti di ricerca della Croazia, Serbia, Montenegro, Albania e Bosnia Erzegovina), Tra i suoi obiettivi il CIFIV persegue quello di formare e informare i tecnici di settore, veterinari e biologi, provenienti soprattutto dall’area balcanica ma anche dai Paesi aderenti all’Oie, sui sistemi di controllo e gestione delle malattie infettive animali e della sicurezza alimentare. Ha realizzato due sedi di formazione attrezzate attraverso i fondi del programma INTERREG IIIA, Asse 3: a Teramo, in una casa colonica ristrutturata a Colleatterrato, e nella Torre medievale di Cerrano a Pineto. Al termine della visita, Rabbuffo ha elogiato “l’alta valenza scientifica della struttura,
testimonianza della grande attenzione e del livello di conoscenza che l’Istituto zooprofilattico concentra sui progetti di cooperazione internazionale. Ho verificato di persona la qualità del lavoro dell’IZS – ha aggiunto il consigliere regionale -. Riporterò le mie valutazioni in seno al Comitato regionale che presiedo già nella prossima seduta del 18 dicembre, con l’intenzione di proseguire nel solco già trattato in precedenza di una stretta collaborazione tra la Regione Abruzzo e l’Istituto zooprofilattico”.

Leave a Comment