Artigianato: il lavoro nero rimane la spina nel fianco del comparto

TERAMO – Un maggiore peso di Confartigianato nelle azioni sindacali e l’analisi della nuova legge regionale sull’artiganato sono stati i temi al centro dell’assemblea dei soci che si è svolta ieri al centro congressi Confartigianato di Teramo. "Una legge che apporta cambiamenti positivi e sostanziali al settore artigiano", per il presidente Luciano Di Marzio, come la possibilità di iscrivere un’impresa alla camera di commercio in un solo giorno e per le cooperative di garanzia l’opportunità di operare in tutti i settori e in tutte le province. “Sono molto soddisfatto – ha evidenziato il Presidente Di Marzio – dello stanziamento di oltre un milione di euro sul capitolo della bottega scuola che potrà essere finalmente utilizzata da tutti i comparti dell’artigianato”. Il problema dei problemi per gli artigiani rimane la persistenza del lavoro nero. Di Marzio, recependo le sollecitazioni, ha ricordato le numerose denunce presentatee si è dichiarato fiducioso sulla nomina del nuovo prefetto di Teramo per poter concertare, insieme alle forze dell’ordine, strategie di azione atte a contrastare il grave fenomeno.

Leave a Comment