Pineto, il Piano agricolo approda in Consiglio comunale

TERAMO – Il 23 dicembre il piano agricolo del Comune di Pineto approda in Consiglio per l’approvazione definitiva. Il nuovo strumento urbanistico è stato ultimato, informa una nota, e disciplina l’82 % del territorio per difenderlo da possibili aggressioni e speculazioni edilizie. Presentato circa due mesi fa alla cittadinanza, il Piano agricolo è arrivato all’ultimo passo dell’iter burocratico, che consiste nell’approvazione in Consiglio Comunale.
“E’ certamente uno strumento fondamentale per la tutela e la salvaguardia del nostro territorio – ha dichiarato ha spiegato l’assessore comunale all’Urbanistica, Ida Nardi – all’interno del Piano Agricolo abbiamo individuato 82 operatori di settore e 54 strutture o casolari agricoli che potranno essere recuperati, senza perdere il loro fascino architettonico e senza snaturarne le caratteristiche. Va subito specificato che all’interno del Piano, così come prevede la legge, non esiste più il vincolo dei 3 ettari minimo per poter costruire in base all’indice di cubatura applicato. Sarà sufficiente avere anche un solo ettaro di terreno. Però chi ha intenzione di procedere con un intervento edificatorio deve avere i titoli per poterlo fare. Dovrà infatti presentarci un piano di sviluppo aziendale completo di tutto, ovvero dell’immobile necessario per la sua famiglia, le strutture da realizzare che sono appunto capannoni, stalle, rimessaggi per portare avanti l’attività, le caratteristiche di un possibile allevamento o di attività legate alla produzione ortofrutticola e agricola in generale”.
Il piano di sviluppo aziendale verrà successivamente esaminato da una commissione e infine portato in Consiglio Comunale per il parere finale.
“Non permetteremo mai che Pineto diventi un territorio violentato da speculazioni edilizie come purtroppo è accaduto altrove, in località anche vicine a noi”.

Leave a Comment