Tercoop: "L’aumento delle tariffe sui parcheggi non ha scoraggiato il commercio"

TERAMO – A un anno dall’adeguamento delle tariffe previste per il parcheggio delle auto negli stalli a pagamento in centro storico, un bilancio positivo è stato tracciato da leo iachini, il presidente della Tercoop, la cooperativa che gestisce il servizio per il Comune e sulla quale ultimamente sarebbero circolate indiscrezioni che la vorrebbero sollevata dall’incarico. Indiscrezioni smentite nel corso di una conferenza stampa dallo stesso Iachini, il quale ha ribadito di aver ricevuto rassicurazioni dal sindaco non solo sul mantenimento delle attività attuali, ma addirittura su un possibile ampliamento. Proposte, che Iachini, ha precisato si dovrebbero ridiscutere nell’ambito di una modifica all’attuale convenzione che, ha ricordato, scade tra 2 anni e mezzo. "Non abbiamo ragione di dubitare delle rassicurazioni che ci sono giunte dal sindaco – ha dichiarato il presidente della Tercoop – anche perchè svolgiamo un ruolo di supporto anche per quel che riguarda l’igiene urbana". Iachini a questo proposito ha fatto riferimento alle operazioni di rimozione di pulizia che dovrebbero essere espletate sono in relazione ai rifiuti prodotti dagli automobilisti (che costerebbero alla cooperativa 20mila euro), e che verebbero invece estese dal personale addetto anche in occasione delle fiere e dei mercatini in centro storico. Sulla sosta delle auto in centro un quadro sostanzialmente positivo è stato tracciato dallo stesso Iachini, per il quale è stato raggiunto l’obiettivo del ricambio delle autovetture negli stalli a pagamento, ricambio che si è quantificato con un aumento del 50%dell’utenza. Un dato che, per il presidente della Tercop, smentisce le paure sulle ricadute negative per i commercianti dal momento che nelle ore centrali i parcheggi sarebbero sempre occupuati (sono 300 quelli gestiti in centro dalla cooperativa) e che la sosta di mezz’ora è aumentata del 30%. Insomma per la Tercoop,"dati alla mano, l’adeguamento delle tariffe non ha rovinato il commercio teramano, semmai lo ha aiutato e ha centrato l’obiettivo del ricambio nella sosta".

Leave a Comment