Capodanno di sangue a Tagliacozzo

TAGLIACOZZO – E’ stato un Capodanno di sangue quello vissuto a Tagliacozzo, la scorsa notte. Un romeno di 19 anni, Julian Bivolaru, residente a Tagliacozzo è stato ucciso a coltellate nel corso di una lite con alcuni connazionali nel corso dei festeggiamenti per l’ultimo dell’anno. Il giovane rumeno è morto dissanguato per una ferita provocata da una coltellata a una gamba; l’aggressore, un romeno residente ad Aprilia, in provincia di Latina, del quale non sono state
rese note le generalità, è stato individuato ed è ricercato dai Carabinieri di Tagliacozzo. Secondo una prima ricostruzione fatta dai carabinieri, nella serata di ieri 15 giovani romeni si erano dati appuntamento per festeggiare il Capodanno nella frazione di San Giovanni di Sante Marie. Poco dopo la mezzanotte Bivolaru e il fratello minore dell’aggressore hanno cominciato a litigare: quest’ultimo è andato con l’auto ad Aprilia per far venire il congiunto e si è ripresentato sul posto dei festeggiamenti intorno alle 2. A quel punto Bivolaru è stato picchiato selvaggiamente per quattro ore, fino a quando l’aggressore si è addormentato. Al risveglio di quest’ultimo Bivolaru, che aveva probabilmente perso conoscenza, è stato colpito con una coltellata alla gamba, si
è alzato e dopo pochi passi si è accasciato a terra: il giovane è morto in pochi minuti per dissanguamento.

Leave a Comment