BancaTercas, contro Berlino… Jones e dolori

TERAMO – Perde la BancaTercas (65-66) di fronte a un’Alba Berlino non irresistibile e che, anzi, ha visto Teramo correre davanti per buona parte della gara. Biancorossi che hanno affrontato la partita con il giusdto piglio, trovando il maggior vantaggio della gara a cavallo di primo e secondo quarto: due triple di Amoroso e Jones e altri due punti di quest’ultimo issano la BancaTercas a +11 (28-17). Ma Berlino non sta a guardare i teramani scappare via e infilano 10 punti di fila che riportano il match in equilibrio (28-27 al 14′). Teramo è scossa dal recupero, reagisce con un controbreak di 11-4 e torna a guidare con un certo margine (39-31 al 18′) ma è poco per Berlino: la sirena del primo tempo trova i tedeschi a -3 (39-36). Nella ripresa i due migliori in campo, Jones e Jenkins, si sfidano a vicenda e sul campo è parità: 41-41 (22′). La tripla di Jenkins porta Berlino avanti per la prima volta (43-44, 23′) ma la risposta è ancora di Jones, imitato sull’attacco seguente da Poeta (49-44). E’ una fase delicata del match, in cui i biancorossi cercano di dare una svolta all’inerzia della partita e i tedeschi reggono bene il campo. Il risultato sono pochi punti, appena 4 per parte nei 5 minuti che portano ala fine del terzo periodo (53-48). Nell’ultim periodo i punti diiventano pesanti, come quelli che piazza Berlino a cavallo del 34′ quando torna avanti, per la seconda volta nel match, sul 55-56. Capobianco vuole parlarci sopra ma la BancaTercas che esce dal time-out è ancora sotto e stavolta nel massimo vantaggio per gli avversari: 57-60. Amoroso infila la terza tripla della partita, 60-60, ma adesso sono gli ospiti a tenere le redini in mano. Chubb sbaglia due liberi importanti sul 62-64 e a poco più di un minuto Teramo riprende coraggio. Amoroso, canestro e libero aggiuntivo, Teramo torna avanti, 65-64. Meno cinquanta secondi, canestro di Sekulic da sotto, Berlino +1 e, clamoroso, ecco il Jones che non ti aspetti: stoppato sull’entrata a canestro, arpiona il rimbalzo difensivo ma fa stranamente scorrere i secondi prima di scaricare su Hoover invece che scegliere la penetrazione. La sirena è inesorabile a sottolineare l’errore dell’americano, comunque mvp della serata. Finisce con il punteggio beffa come all’andata: Berlino vince 66-65 come all’andata lo fece sulla sirena per il 75-73. Berlino è promossa matematicamente al secondo turno; alla BancaTercas, per farlo come eventuale seconda, il 12 gennaio toccherà andare a vincere a Istanbul contro il Galatasaray (oggi sconfitto a Mariupol 96-85). Ecco Lo scout dell’incontro:
BancaTercas Teramo-Alba Berlino 65-66 (17-23; 36-39; 48-53)
BancaTercas Teramo: Hoover 6, Jones 22, Poeta 5, Amoroso 14, Marino, Young 10, Cerella, Diener 2, Stanescu 6, Jurak. Ne  Valentino, Lulli. All. Capobianco.
Alba Berlino: Byars 3, Hamann 4, Zwiener 2, Golemac 11, Sekulic 11, Jenkins 17, Wright 3, Chubb 7, McElroy 8. Ne: Seiferth, Fassler. All. Pavicevic.
Arbitri: Belosevic (Ser), Boltauzer (Slo), Bissang (Fra).
Note: tiri liberi Teramo 6/9, Berlino 11/18; tiri da tre Teramo 9/27, Berlino 7/15; rimbalzi Teramo 34, Berlino 28. Spettatori presenti: 2.714.

Leave a Comment