I giovani di Area 155 aderiscono domani al corteo antifascista

TERAMO – “Desta sorpresa il silenzio del Pd sulla vicenda dell’accoltellamento del 23 dicembre scorso”. E’ la posizione di Area 155, l’associazione politico-culturale coordinata da Giorgio Giannella che in una nota ha preso posizione sui recenti fatti di cronaca che hanno visto il coinvolgimento di alcuni giovani teramani all’uscita di un noto locale. “Il silenzio è diventato ormai una consuetudine che non desta più preoccupazione – si legge nella nota di Giannella – ma solo sconforto verso una organizzazione politica che dovrebbe ricostruire le fondamenta per un consenso e per una alternativa di governo alla città, invece di essere coinvolta verso la ricostruzione, dopo le innumerevoli sconfitte che hanno caratterizzato gli ultimi 2 anni, di carriere esclusivamente personali”. “Mossi dunque dal silenzio del Pd”, i giovani aderenti ad Area 155 hanno comunicato che prenderanno parte al corteo antifascista organizzato per domani alle 16,30.“L’Antifascismo non è un vessillo da applicare e palesare ogni volta che delle risse ci ricordano che le violenze verbali possono diventare nella testa di alcuni disadattati anche reali – si legge nel comunicato di Area 155 – dobbiamo chiedere conto al sindaco di Teramo della decisione di farsi appoggiare dalla Lega Nord alle ultime amministrative, inserendo nel nostro territorio una realtà completamente estranea alla storia della nostra provincia che applica un continuo discorso xenofobo verso ciò che è diverso, e gli avvenimenti di Alba Adriatica sono una dimostrazione”.

Leave a Comment