Poli scolastici,"un impulso all’economia locale" per Agostinelli

TERAMO – L’opposizione in Consiglio comunale “promette di essere organica e alternativa, ma preferisce utilizzare l’arma della demagogia e della strumentalizzazione”. E’ quanto dichiara in una nota il consigliere della lista “Al centro per Teramo”, Roberto Canzio, intervenuto dopo le critiche mosse dal Pd all’attività dei primi sei mesi della Giunta Brucchi, per fare alcune precisazioni. Sul Lotto Zero, e sull’iniziativa del Pd di organizzare un sit-in di protesta a Roma, davanti agli uffici dell’Anas, Canzio replica che l’opera “oggi ha già le gambe per arrivare al traguardo dal momento che il problema rimane solo quello di avere la data certa dell’apertura dell’arteria”.Sul tema del lotto Zero è intervenuto anche il consigliere comunale del Pdl, Giacomo Agostinelli secondo il quale "il centrosinistrafa finta di non sapere che fino a quando la strada non sarà aperta dall’Anas, poco si può fare". Per Agostinelli tuttavia la Giunta starebbe facendo quanto possibile per il miglioramento del traffico, come ad esempio dimostrerebbero le rotonde di via Arno e Cartecchio ma anche il lavoro per lo svincolo della Gammarana "nonostante gli interventi strumentali di alcuni esponenti di centrosinistra nel dilatare i tempi di realizzazione dell’opera". Di “autogol” parla ancora Canzio sulle dichiarazioni rese dal centrosinistra sul Teatro Romano dichiarando che “non si vuole assistere al ripetersi di obbrobri come successo a Piazza Sant’Anna a Madonna delle Grazie”. “Il consigliere Alberto Melarangelo – puntualizza Canzio – non ricorda quale ruolo aveva la sua coalizione quando gli ‘obbrobri’ sono stati realizzati, poiché va ricordato che il centrosinistra ha governato la città dal giugno 1994 al giugno 2004”. Infine sui costi di gestione della discarica tirati in ballo da consigliere del PD, Giovanni Cavallari, Roberto Canzio respinge le accuse ribadendo che, sempre nel periodo amministrato dal centrosinistra, non sono stati accantonati fondi per il problema, dunque, anche qui, per Canzio le responsabilità sono imputabili alla coalizione di centro-sinistra. Sulla questione dei poli scolastici, tiarati inballo dal consigliere del Pd, Manola Di Pasquale secondo la qualeè mancata la programmazione del Comune che invece si è appropriato delle sole proposte avanzate dai privati, Agostinelli è intervenuto sottolineando invece gli aspetti positivi dell’intervento privato nei periodi di ristrettezza economica delle amministrazioni locali. "Abbiamo pensato alla soluzione dei poli scolastici in funzione anche del milioramento della logistica – ha dichiarato Giacomo Agostinelli – l’intevento privato è l’unico possibile in tempi di magra. Ben vengano dunque – per il capogruppo del Pdl – le proposte delle imprese locali, perchè possono dare un impulso importante all’economia locale".

Leave a Comment