Nascondeva 11 chili di hashish nel casolare di campagna

BELLANTE – I cani antidroga hanno fiutato lo stupefacente anche tra detersivi ed è stato inutile il tentativo, da parte di chi quella droga la nascondeva, di consegnarne volontariamente qualche panetto. G.D.G, 52 anni, non è riuscito ad evitare la perquisizione, condotta dai carabinieri di Bellante – diretti dal maresciallo Cerquoni – con l’intervento dei cani antidroga del comando regionale di Chieti. L’operaio originario di Mosciano Sant’Angelo e un suo amico – M.C. di 48 anni, anche lui operaio  – sono stati arrestati, per concorso in detenzione a fini di spaccio di stupefacenti: ne aveva 11 chili, compreso il mezzo chilo nascosto a casa dell’amico. I carabinieri hanno rinvenuto la droga nascosta sotto un lavandino, tra le scatole dei detersivi per confondere i forti odori dello stupefacente; altri panetti erano nascosti in un armadio della camera da letto, tra la biancheria intima: in totale sono stati rinvenuti 11 chili di hashish. Con lo stupefacente sono stati sequestrati anche un migliaio di euro in contanti, tre bilancini di precisione, 6 cellulari. Entrambi sono stati arrestati con l’accusa di concorso in detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti e rinchiusi nel carcere di Castrogno a disposizione del magistrato.

Leave a Comment