Rientrata in Italia la teramana sopravvissuta ad Haiti

ROMA – E’ rientrata all’aeroporto di Ciampino, a bordo di un Falcon dell’Aeronautica militare italiana, Cristina Iampieri, avvocato funzionario delle Nazioni Unite, originaria di Civitella del Tronto, scampata al tragico sisma che ha distrutto la capitale di Haiti, Port-au-Prince. Il funzionario ha viaggiato assieme ad altri 12 italiani rimpatriati da Haiti. Si tratta di quattro nuclei familiari, tre bambini e il gatto della famiglia Iampieri. Sull’aereo hanno viaggiato anche una donna incinta ed un anziano di 87 anni. Sulla pista dell’aeroporto ad attenderli i familiari e il sindaco di Roma, Gianni Alemanno. Molto toccante il racconto di Cristina Iampieri, scampata al disastro perchè non era andata a lavorare perchè in quelle ore era arrivato il padre a trovarla: «La mia casa è rimasta in piedi – ha detto ai microfoni di Sky Tg24 – ma è inagibile mentre il mio ufficio è crollato. Ero con la mia famiglia e c’è stato il terremoto: abbiamo fatto in tempo a uscire tutti e ci siamo ritrovati dopo poco a decidere cosa fare. In un minuto è cambiato tutto. E’ bastato un minuto per far cambiare tutto e cancellare quello che c’era prima…». Come gli altri italiani che da tempo vivono sull’isola dell’America centrale, anche Cristina Iampieri pensa di tornare appena sarà possibile.

Leave a Comment