Nuovo Teatro: anche Vivi Città vuole il referendum

TERAMO – Nuovo teatro: anche Teramo Vivi Città interviene nel dibattito riacceso dall’irruzione degli ultrà in Consiglio comunale in difesa del vecchio stadio e, come già suggerito da altre associazioni in questi giorni, propone il referendum per conoscere l’opinione dei cittadini. Nel 2007 l’associazione Teramo Vivi Città all’ex Sindaco Chiodi chiese di fare un referendum per vedere se le opere di costruzione dell’ipogeo e l’abbattimento del vecchio stadio per lasciare spazio al nuovo teatro erano gradite dai cittadini. “Teramo Vivi Città – si legge nella nota del coordinatore, Marcello Olivieri – ritiene giusto e democratico che, su cambiamenti radicali della storia di una città, i residenti possano esprimere il loro gradimento. Dal momento che un sindaco passa ma le opere pubbliche restano”. Al sindaco di Teramo, Maurizio Brucchi, sicuro di avere il sostegno dei cittadini poichè il nuovo teatro costituiva uno dei punti programmatici quando è stato eletto, Teramo Vivi Città replica che “pochi votano conoscendo tutto il programma di un Sindaco”. Teramo Vivi Città, a sostegno degli ultrà, ritiene che l’abbattimento del vecchio stadio “non sia del tutto scontato”. A questo proposito qha annunciato di aver incaricato l’avvocato Elvio Fortuna per acquisire la documentazione dell’iter progettuale del nuovo teatro con l’intenzione di presentare un eventuale ricorso nelle sedi preposte.

Leave a Comment