Il giudice sequestra Villa Pini

CHIETI – La Guardia di Finanza, su disposizione del Gip del tribunale teatino, ha provveduto al
sequestro dell’azienda Villa Pini, che fa capo a Vincenzo Angelini, coinvolto nella sanitopoli abruzzese. Lo ha comunicato nel corso della seduta del Consiglio regionale il presidente
della Giunta, Gianni Chiodi, aggiungendo che come amministratore giudiziario è stato nominato Ugo Zucco. Angelini è il grande accusatore dell’ex governatore d’Abruzzo Ottaviano Del Turco, arrestato nel luglio del 2008 nell’ambito dell’inchiesta che decapitò la giunta di centrosinistra dopo le rivelazioni sulle presunte tangenti pagate ai politici dal patron di Villa Pini, anch’egli indagato. Nei mesi scorsi sulla vicenda di Villa Pini – con i dipendenti che non percepiscono stipendi da dieci mesi – era intervenuta anche la commissione parlamentare guidata da Ignazio
Marino che aveva chiesto un intervento rapido a tutela dei lavoratori. Nei giorni scorsi sono state confermate le trattative per l’aquisto del gruppo sanitario da parte della Neuromed di Pizzilli (Isernia), che fa capo al gruppo della famiglia dell’eurodeputato Aldo Patriciello (Pdl).

Leave a Comment