Grazia Scuccimarra alla Sala Caraciotti racconta l’universo femminile

TERAMO – Martedì pomeriggio la teramana, autrice e interprete solista, Grazia Scuccimarra ripropone uno spettacolo messo in scena quindici anni fa, "Noi le ragazze degli anni ’60" e lo adatta al tempo contemporaneo col titolo: Le donne viste da Grazia Scuccimarra. L’adattamento che l’attrice dedica “alle amiche e gli amici teramani va in scena presso la Sala “Caraciotti”, alle ore 17, in via Torre Bruciata, nell’ambito degli eventi speciali che l’Università Popolare Medioadriatica teramana ha voluto organizzare nel ventennale della sua fondazione. Nella kermesse Grazia Scuccimarra esce da un baule (naturalmente dipinto in rosa) e con lei escono i ricordi. Ricordi comuni, riportati in superficie o occasione di prima conoscenza. Ricordi di mode e costumi, sentimenti e valori, innocenze malizie semplicità, tenerezze amarezze rabbie. Voci, modi di dire e di fare. Canzoni. Vita di tutti i giorni – la famiglia, la scuola, i primi amori, gli abitini, le pettinature – filtrata dalla lente dell’ironia, ma soprattutto, con grande intelligenza, dell’autoironia. “Allora, si era così: come siamo oggi? Sembra domandare a se stessa e a chi sta seduto in platea. Sicché il ridere, come dice lei, "alle nostre spalle" assume un sapore quanto mai di attualità.Anche se si tratta di un testo scritto quindici anni fa”.

Leave a Comment