Cartoline all’Anas per "fare pressione" sul Lotto Zero

TERAMO – L’apertura del Lotto Zero per il sindaco di Teramo, Maurizio Brucchi, pretende la partecipazione corale della città. Per questo il sindaco di Teramo, raccogliendo un’idea che fu lanciata anni fa da Gianni Chiodi ed ora nuovamente dall’Idv, invita i cittadini ad acquistare una cartolina di Teramo, a compilarla chiedendo l’apertura del Lotto Zero e a inviarla all’Anas “tramite il Comune” che sistemerà una “cassetta postale” ad hoc, all’interno di Palazzo di Città e presso il centro commerciale Gran Sasso, come punti di raccolta. Sarà cura del sindaco, informa una nota, raccogliere tutte le cartoline e consegnarle ai massimi esponenti dell’Anas. L’attività dell’amministrazione comunale e dal tavolo permanente, ha ricordato il sindaco, ha portato fino ad alla ripresa dei lavori in galleria e l’appalto del tratto finale del lotto Zero per 3milioni di euro che serviranno all’apertura definitiva dell’opera entro l’estate per quanto concerne il tratto funzionale fino a Via Conte Contin. “Quello del Lotto Zero  – si legge nel comunicato diffuso dal sindaco – è un problema che pretende la partecipazione corale della città e dei cittadini teramani.  
I ritardi che si sono accumulati negli anni, hanno visto sempre le amministrazioni comunali, di ogni colorazione politica, impegnate in prima linea nei confronti dell’Anas e delle istituzioni politiche nazionali, per ottenere il completamento di una strada vitale per lo snellimento del traffico in città”. “Ed è in questa ottica di ‘teramanità’ della gestione del problema che Brucchi raccoglie e fa sua la proposta formulata dagli esponenti dell’Idv, relativa alla possibilità di creare una “pressione collettiva” in grado di accelerare la conclusione dell’opera, in particolare del secondo tratto da Via Conte Contin a Contrada Gattia”.

Leave a Comment