La musica di Melozzi nel film vincitore del Nastro d’argento

TERAMO –  "In un film dove ci sono 3 battute in tutto, la musica assume un ruolo di primo piano. Enrico Melozzi è riuscito perfettamente a dare vita alle emozioni della mia immaginazione, con una musica straordinaria, tribale e allo stesso tempo moderna". E’ stato questo il riconoscimento tributato dall’attore emergente Adriano Giannini, figlio del grande Giancarlo, al compositore teramano Enrico Melozzi, autore della colonna sonora del film "Il gioco", vincitore del Nastro d’Argento cortometraggi 2009. E la prestigiosa platea della sala della Provincia di Roma, a Palazzo Valentini, si è sciolta in un caloroso applauso per l’artista teramano. Unanimi gli apprezzamenti nei suoi confronti per questa opera: "Una musica che si sposa perfettamente con le immagini", chiosa invece Maurizio Di Rienzo, patron del premio, "Un sonoro straordinario". Interessante il corto, ambientato nella Sicilia degli anni ’50, su una spiaggia che ospita un gioco tra sette adolescenti.

Leave a Comment