Teknoelettronica mette paura ai Campioni d’Italia

TERAMO – La Teknoelettronica domina la partita per larghi tratti, Casarano recupera e va avanti nel finale, finisce in parità ma ai rigori il successo (e 2 dei 3 punti in palio) va ai pugliesi Campioni d’Italia. Al Palasannicolò i tifosi presenti hanno assistito a una gara molto spettacolare, intensa, giocata ad armi pari dalla Tekno e anche al primo caso di applicazione del nuovo regolamento nella Serie A d’Elite dei tiri di rigore in caso di pareggio finale. Tra biancorossi e salentini è finita 24-24, ma nella lotteria dai 7 metri l’ha spuntata Casarano che ha così conquistato 2 punti, mentre ai teramani ne è toccato soltanto uno. Importante per Corrado e compagnia il risultato ottenuto, ma per come si è svluppata la partita, c’è rammarico per non aver centrato il bottino pieno. D’altronde l’esperienza e la maggior possibilità di cambi della squadra allenata da Massotti ha avuto il suo peso nella contesa, soprattutto nel finale quando i salentini sono andati avanti per la prima volta sul 18-19 (48′) e hanno retto in vantaggio fino al 21-23 quando due ottime incursioni di Radosavljevic e Raupenas (ieri in campo febbricitante) hanno riportato il match in equilibrio. La statistica del match sottolinea che la Teknoelettronica nel primo tempo ha gestito sempre un vantaggio di 2-3 reti, accelerando al 38′ quando ha raggiunto il +4 (9-5) senza riuscire a consolidare questo margine, chiudendo in parità il primo tempo (10-10); analoga situazione nella ripresa, quando un coriaceo Kovacic e i gemelli Rispoli hanno riportato sopra la Tekno fino al +3 (14-11, 15-12, 16-13). Il finale è stato ricco di suspance: sul 24-24 e a 40 secondi dalla fine Casarano ha protestato per un presunto fallo da rigore su Kokuca ma si chiude in parità e i direttori di gara Bassi e Scisci di Conversano gestiscono il primo episodio del nuovo regolamento. Ai rigori comincia Teramo con l’errore di Surac, segna Stevanovic, segna Raupenas, segna Kokuca, sbaglia Radosavljevic, segna Torbica, segna Vaccaro e sigla il rigore definitivo (26-28) Vidic.
Ecco il tabellino dell’incontro:
TEKNOELETTRONICA TERAMO-ITALGEST CASARANO 26-28 (pt 10-10) (s.t.24-24) (rig. 2-4)
Teknoelettronica Teramo: Di Marcello P., Di Marcello M., Radosavljevic 6, Di Marcello A., Raupenas 5, Cotellessa, Vaccaro 1, Zacchini, Kovacic 5, Corrado, Surac 4, Figini, Rispoli A. 3, Rispoli V. 2. All. Fonti.
Italgest Casarano: Buffa 1, Lupo, Carrara 3, Ferrantelli 1, Fovio, Kokuca 2, Lovecchio 1, Opalic 1, Stevanovic 5, Torbica 8, Stritof 1, Telepniev 1, Vidic 4. All. Massotti
Arbitri: Bassi–Scisci.

Leave a Comment