Golden Lady, raggiunta l’intesa per la cassa integrazione

TERAMO – Raggiunta l’intesa, oggi, in Provincia, per il mantenimento del sito produttivo della Golden Lady a Basciano, un passaggio importante avvenuto alla presenza di azienda, istituzioni e sindacati, e che ha preceduto la firma dell’accordo per la cassa integrazione straordinaria che sarà applicata a rotazione per un anno. Il provvedimento, informa una nota, interesserà un massimo di 450 dipendenti sul totale dei 473 addetti dello stabilimento, e consentirà all’azienda di gestire i circa 80 esuberi nati in seguito alla crisi del comparto. All’incontro hanno partecipato, oltre al presidente dell Provincia, Valter Catarra, gli assessori Eva Guardiani (Lavoro) ed Ezio Vannucci (Attività produttive), il sindaco di Basciano, Pierluigi Di Giacinto e l’assessore regionale al Lavoro Paolo Gatti. Quest’ultimo ha dichiarato ”massima soddisfazione per la volontà dichiarata dall’azienda di voler rimanere nel territorio”. “Da parte della Regione – ha detto ancora Gatti – c’è la disponibilità a sostenere un percorso di ridefinizione degli organici e, quindi, ad intervenire con tutti i mezzi possibili a supporto del piano di gestione degli esuberi”. “La provincia di Teramo – ha dichiarato Catarra – non perderà questa azienda che per il territorio ha una importanza strategica. E questo è un fatto di cui possiamo essere lieti, anche considerando tutti gli sforzi che sono stati compiuti da mesi per scongiurare questo pericolo. È ovvio che le istituzioni dovranno fare fronte comune per accompagnare il piano di gestione degli esuberi”.

Leave a Comment