"L’oncologia di Sant’Omero sarà potenziata"

TERAMO – L’attività del reparto di Oncologia di Sant’Omero non solo non sarà interrotta ma è stata addirittura potenziata dal supporto di due ulteriori medici aggiunti al personale già operante nella struttura. E’ quanto sostiene in una lettera aperta il direttore del dipartimento della Asl di Teramo, Amedeo Pancotti, sull’allarme circolato tra i cittadini vibratiani relativo la chiusura dell’Oncologia presso il presidio ospedaliero di Sant’Omero.
“Assicurerò la mia presenza in Vibrata più volte la settimana sia fisicamente – dichiara Pancotti per sgombrare il campo dalle preoccupazioni – sia organizzativamente, dal momento che la costituzione del dipartimento oncologico consente di assicurare il funzionamento costante di tutte le strutture attraverso la mobilità del personale medico che garantirà le linee-guida di terapia”. Per Pancotti c’è latendenza a confondere il concetto di Polo Oncologico, “che è la struttura dove si concentrano Radioterapia, Oncologia dipartimentale e Chirurgia Oncologica”, dedicata alla diagnosi e cura di tutte le neoplasie, con i compiti invece appartenenti alle singole unità operative che ricomprendono anche la diagnosi di malattie oncologiche. “L’oncologia dell’ospedale di Sant’Omero – assicura Pancotti – definita da tutti ‘fiore all’occhiello della sanità vibratiana’, continuerà, con il mio impegno e quello dei miei collaboratori, ad offrire assistenza a tutti i malati che ne avranno bisogno”.

Leave a Comment