La Tekno affonda a Conversano

CONVERSANO – Era proibitiva la trasferta in casa della capolista imbattuta della Serie A d’Elite, ma una sconfitta come quella rimediata a Conversano non era sicuramente preventivata nelle dimensioni. Eppure la Teknoelettronica, fino a oggi rivelazione di questo torneo, rientra dalla Puglia con un passivo pesante (42-22), spiegabile soltanto con un black-out complessivo della formazione di Fonti, incapace di entrare in partita – soprattutto per i meriti dei pugliesi – e, una volta accumulato uno svantaggio, incapaci di recuperare. Già nel primo tempo, come si diceva, il parziale di 19-9 è stato eloquente e triste presagio di come sarebbe andata a finire. La settimana sarà adesso importante per rimettere insieme i cocci e concentrarsi al match-spareggio con l’Albatro Siracusa, in programma il 23 febbraio. I siciliani, che giocano il turno odierno martedì prossimo contro il Secchia in diretta Raisport, sono stati raggiunti in classifica dal sorprendente Ancona che ha collezionato la seconda vittoria consecutiva addirittura in casa dei Campioni d’Italia del Casarano (29-31), allenato dal teramano Settimio Massotti, sottolineando lo stato di crisi di gioco dei salentini, già evidenziato nella partita vinta soltanto ai rigori proprio contro la Teknoelettronica di una settimana fa. Questo il tabellino dell’incontro:
CONVERSANO–TEKNOELETTRONICA TERAMO 42-22 (pt 19-9)
CONVERSANO: Arcuri 1, Corzo 9, De Oliveira 6, Di Maggio 11, Luciano, Maroccchi, Kajganic 3, Muraro 1, Minunni 5, Napoleone 1, Radovcic 3, Reznicek, Tarafino 2, Tsilimparis, Vainstein. All. Trillini.
TEKNOELETTRONICA TERAMO: Cotellessa, Corrado 2, Di Marcello A. 2, Di Marcello Pl., Figini, Kovacic 2, Radosavljevic 4, Raupenas 7, Rispoli A. 1, Rispoli V. 2, Surac 2, Zacchini. All. Fonti.
Arbitri: Vairo–Balzano.

Leave a Comment