Lo sciopero dei tram blocca gli studenti universitari fuori sede

TERAMO – Studenti universitari lasciati a piedi, sotto la piaggia, a causa dello sciopero degli autobus. E’ quanto denunciato in una nota dal movimento indipendente universitario che ha raccolto le sollecitazioni di circa 50 giovani studenti rimasti dale 9 di stamattina sotto il maltempo auspicando che qualche autista della linea urbana non avesse aderito allo sciopero e poter andare così a seguire le lezioni. "Molti di noi sono pendolari – si legge nel comunicato diffuso dal movimento studentesco- viaggiano con il treno o altri mezzi, tanti altri invece risiedono in città, ma tutti, qui a Teramo, siamo senza automobili e raggiungere il Campus di Coste S. Agostino, oggi, sotto la pioggia, era davvero impossibile”.
Il problema è stato risolto dagli studenti noleggiando, a proprie spese, un bus privato di 52 posti. Una situazione di evidente disagio per la quale gli studenti chiedono alle autorità competenti un tavolo di lavoro per evitare il ripetersi del problema.

Leave a Comment