Ricatto a luci rosse a professionista, arrestato uno zingaro

NERETO – D’accordo con una prostituta, si era introdotto nell’appartamento dove questa si intratteneva con un libero professionista, fingendo di conoscere l’uomo per poi ricattandolo sapendolo sposato e con figli.A.D.G., zingaro di 36 anni di Alba Adriatica, è stato arrestato all’interno di un bar dai carabinieri della stazione di Nereto: gli hanno teso una trappola all’ennesimo incontro per la consegna del denaro con il professionista, costretto dallo scorso mese di settembre a consegnargli la somma di 50mila euro. Le richieste erano continue, anche fino a due o tre volte a settimana, ora 500 ora mille euro. Secondo quanto ricostruito dai militari, il professionista, un neretese di 48 anni, era stato incastrato dalla stessa prostituta con cui aveva concordato una prestazione sessuale: aveva risposto a numerose domande fatte dalla donna prima del rapporto, come se volesse informarsi sul suo status sociale e sul suo tenore di vita. Informazioni, queste, che avrebbe poi passato allo zingaro attraverso un sms sul telefonino. Da qui l’irruzione in casa e la finta conoscenza dell’uomo, utilizzata per far scattare il ricatto. A.D.G. è stato arrestato con l’accusa di estorsione aggravata e continuata e rinchiuso nel carcere di Castrogno a disposizione del magistrato.

Leave a Comment