Caro-rifiuti, l’Idv chiede chiarezza al Cirsu

TERAMO – L’Italia dei valori esprime preoccupazione per il crescente caro-rifiuti. Lo sostiene l’esponente Idv, Alberto Di Croce, riferendo dichiarazioni del presidente del cirsu, Romagnoli, rese alla stampa: «Apprendiamo con estrema preoccupazione che i costi per lo smaltimento dei rifiuti a Grasciano sono aumentati da 110 a 174 euro a tonnellata. Le tariffe applicate nei comuni del consorzio – Giulianova, Roseto, Morro d’Oro, Bellante, Mosciano e Notaresco – sono già altissime e ulteriori aumenti non verrebbero più digeriti dall’utenza». Per l’Idv c’è bisogno di una grande «operazione di trasparenza sui conti e sulle prospettive del consorzio». Secondo Di Croce, «sono in discussione le scelte fatte sugli investimenti, il funzionamento quotidiano degli impianti, la tutela dei diritti e della salute dei lavoratori, la realizzanda nuova mega-discarica», e chiedendo chiarezza su questi temi, promette che l’Idv non «consentirà accordi non chiari e bipatisan sulla pelle dei cittadini e dei lavoratori».

Leave a Comment