Teknoelettronica, battere Secchia senza fare calcoli

TERAMO – E’ l’ultimo turno della stagione regolare, in cui la Teknoelettronica ha recitato un ruolo di primo piano e ha conquistato 19 punti. Ma contro Secchia (PalagiorgioBinchi, ore 18:00) si può fare ancora di più: vincere potrebbe significare conquistare un posto nella poule-scudetto e salvezza anticipata. Ma nello stesso tempo potrebbe valere ‘solo’ il quinto posto: la discriminante tra poule-scudetto e poule-retrocessione è costituita dal risultato di Fasano-Conversano, posticipo televisivo di martedì 9 marzo. Una vittoria o almeno un punto (possibile solo in caso di sconfitta ai rigori) dei padroni di casa, significherebbe relegare Teramo al quinto posto. Ma la Teknoelettronica e Fonti non sanno fare i conti. Vogliono vincere dinanzi al proprio pubblico, centrare uno splendido filotto mai conquistato in Elite, tre vittorie di fila. Teramo vuole chiudere il discorso e raggiungere l’obiettivo prefissatoi: vincere tre finali, dopo Siracusa e Bologna a domicilio, adesso Secchia. A spingere i biancorossi, il pubblico che arriva nelle grandi occasioni: c’è la giornata biancorossa, ingresso gratuito, pubblico di giovanissimi, per due match fondamentali, considerato che poi (ore 20:30) c’è la Leadercoop Teramo che affronta il Vigasio nel primo turno della poule scudetto in A1 femminile. Prima del match, la società del presidente Gianni Tanzi premierà il dottor Carlo De Sanctis, medico sociale del club biancorosso. La direzione della gara è stata affidata agli arbitri Boscia e Pietraforte.

Leave a Comment