Danni alle colture, dal Parco un nuovo prontuario per l’indennizzo

TERAMO – E’ stato presentato ad Assergi, nella sede del Parco Nazionale del Gran Sasso, il nuovo prontuario per l’indennizzo dei danni alle colture agricole da fauna selvatica. L’iniziativa, informa una nota, rientra tra le iniziative dell’ente a favore degli operatori agricoli dell’area protetta, secondo una logica di condivisione di problematiche e soluzioni.  L’incontro, primo di una serie che saranno organizzati a livello provinciale, è stato dedicato alla Provincia reatina del Parco, particolarmente toccata dal problema dei cinghiali ma allo stesso tempo avamposto delle più recenti strategie del Parco in materia.
Il prontuario stabilisce l’importo e le modalità di concessione degli indennizzi, distinguendo tra imprenditori agricoli professionali ed imprenditori non professionali e proponendo alcuni elementi di novità, come la modalità di Franchigia o l’autocertificazione prevista per i danni di modesta entità. Tale scelta corrisponde ad una logica di semplificazione e di risparmio, non prevedendo sopralluogo da parte degli uomini della Forestale, i quali potranno in tal modo concentrarsi su situazioni di maggiore gravità.
tà.

Leave a Comment