Torna la Fiera dell’Agricoltura. Nuovi il look e la location

TERAMO – Torna dal 26 al 28 marzo la Fiera dell’Agricoltura, la kermesse del settore agroalimentare che per la 22esima edizione ha individuato una nuova location, ovvero l’area adiacente il nuovo stadio per una superficie di 15mila metri quadrati a disposizione dei numerosi espositori del comparto presenti con le eccellenze del territorio: dall’olio al vino, dai formaggi al pane e alla carne, alle attrezzature fino agli strumenti di cattura per la produzione di energie alternative. Come illustrato dall’assessore comunale alle Attività produttive, Mario Cozzi, quest’anno la fiera è stato in grado di intercettare anche i produttori di grandi macchinari agricoli,e avrà una fattoria degli animali estesa su un’area di 1500 metri quadri. Una scelta, quella dell’area del nuovo stadio messa a disposizione dalla Verdebosco, fatta per agevolare la viabilità e il parcheggio e che, come puntualizzato dal sindaco, si tratta di una sperimentazione adotatta per captare visitatori dalle aree limitrofe e consentire una ripartizione adeguata delle aree espositive in base alle categorie merceologiche, come quella dell’area food che sarà coperta. Il taglio del nastro ci sarà venerdì 26 marzo alle 11. Soddisfatto si è dichiarato l’assessore Cozzi per essere riuscito a far rientrare nel comitato fiera numerosi enti assenti nelle precedetni edizioni e  coinvolgere le forze più significative del territorio. Un’area istituzionale che, come spiegato dal sindaco, Maurizio Brucchi, si avvale anche di una zona dimostrativa del progetto sulla sicurezza in agricoltura che il Comune di Teramo (primo nel centro-sud) ha avviato in collaborazione con l’Inai. Non mancheranno momenti di degustazione e intrattenimento, come le riproduzioni dal vivo di momenti della vita agreste, dimostrazioni dei processi lavorativi che dal latte conducono al formaggio, spettacoli folkloristici e la mostra dei trattori d’epoca.

Leave a Comment