La notte brava si conclude in carcere

TERAMO – Hanno dapprima minacciato un addetto alla sicurezza della discoteca, poi si sono scagliati a più riprese contro gli agenti di polizia intervenuti a riportare la calma, colpendoli e danneggiando la pattuglia di servizio. E’ successo la scorsa notte, verso le 5, all’esterno della discoteca Heaven, a Villa Pavone di Teramo: in manette sono finiti tre trentenni di Teramo e Campli, protagonisti di una notte brava. I tre, secondo quanto riferito dalla polizia, avrebbero fatto parte di un gruppo di una trentina di giovani che avevano cominciato a dare fastidio all’interno della discoteca, forse perchè ubriachi, al punto che gli addetti alla sicurezza sono stati costretti ad allontanarli. All’esterno questi hanno minacciato il personale di serviziko che ha chiesto l’intervento della volante. Due agenti, giunti sul posto, sono stati accolti a insulti e cori, mentre tentavano di bloccare due dei più facinorosi. E’ stato necessario l’arrivo di una pattuglia di rinforzo per riportare la situazione alla normalità, dopo alcuni minuti di tensione e gazzarra, e fermare un gterzo giovane che nel frattempo aveva anche danneggiato una delle due macchine della polizia. I tre sono stati rinchiusi nel carcere di Castrogno con le accuse di lesion, resistenza, violenza, minaccia, danneggiamento aggravato e rifiuto di fornire le proprie generalità.

Leave a Comment