Villa Pini, blocco stradale dei lavoratori a Pescara

PESCARA – Striscioni contro il Governatore Chiodi, slogan, fischi e un blocco stradale: è stata questa la protesta odierna di un folto gruppo di lavoratori di Villa Pini inscenata a Pescara in viale Bovio, all’altezza del palazzo della Giunta Regionale, dove hanno fermato il traffico. In circa 200 hanno incontrato e parlato con l’assessore regionale al Bilancio, Carlo Masci, anche in presenza di alcuni rappresentanti sindacali. Tra gli striscioni esposti il bersaglio dei lavoratori è stato sempre il Presidente della Giunta regionale, Gianni Chiodi che è anche commissario della sanità. "Da schiavi di Angelini a schiavi di Chiodi", si leggeva in uno striscione attaccato su un muro del palazzo della regione, "Gli abruzzesi hanno diritto ad un Presidente non indisponente ma capace ed intelligente", si leggeva in un altro. Autobus fermi, traffico bloccato, sotto gli occhi di numerosi rappresentanti delle forze dell’ordine. Più tardi i lavoratori di Villa Pini sono entrati nel piano terra del palazzo della Regione Abruzzo e si sono riuniti in assemblea nella sala blu della sede regionale. Il gruppo di lavoratori, in rappresentanza di circa 1600 dipendenti senza stipendio da un anno, ha interrotto il blocco stradale di viale Bovio dopo alcune ore.  Nell’assemblea – come hanno riferito fonti sindacali – si stanno decidendo le forme di lotta che comunque saranno modulate sulle notizie che verranno da Roma dove il presidente della Giunta regionale, Gianni Chiodi, ha in programma una riunione con il tavolo di monitoraggio sul piano di rientro del deficit sanitario concordato negli ani scorsi con il Governo nazionale. Per domani intanto è stata già fissata un’assemblea nel sede del gruppo Villa Pini.

Leave a Comment